Mag 162016
 

Ieri, 15 Maggio 2016, abbiamo fatto la seconda uscita di Corso. Obiettivo: Anello di Mariagiulia, al Farolfi.

L’uscita, lo sapevamo, non è  facilissima per un corsista, ma visti gli eccezionali ragazzi che ci siamo ritrovati quest’anno, abbiamo deciso di tentarla. E’ andata benissimo: nessun problema per gli allievi che hanno avuto modo di apprezzare tante cose nuove: dalle verticali in corda, ai traversi, ai tanti e bellissimi ambienti.

Un bel viaggio, insomma. Che speriamo sia solo l’inizio di un lungo cammino.

Avanti così!

 

PS. Grazie al Nico per la preziosa collaborazione e ad Adriano per le foto!

Il Corso è in corso!

 Posted by at 23:20  Racconti
Mag 032016
 

E’ partito finalmente il corso di introduzione alla Speleologia 2016, il XXVIII della storia “moderna” del GSL. Già fatte un paio di palestre nella splendida falesia di Rocca Soraggio e una grotta “d’antipasto”. Tempo non bellissimo ma accettabile, corsisti bravi e motivati e, come al solito, organizzazione perfetta GSL-style. Ecco una foto dei vari personaggi, con, alle spalle, la parete che ci ha ospitato per 3 giorni nelle ultime due settimane.

Corso di introduzione 2016 GSL

Corso 2016

Corso 2016!

 Posted by at 00:21  In evidenza
Apr 022016
 

Il Gruppo Speleologico Lucchese del CAI organizza un Corso di Introduzione alla Speleologia, il XXVIII nella storia del GSL. Serata di presentazione (aperta a tutti!) il 12 Aprile 2016 in via Don Minzoni, presso la sede del Gruppo. E’ rivolto ai neofiti, non è richiesta esperienza. La data di inizio è fissata per il 24/25 Aprile. Il costo del corso è di 140 EUR (100 EUR per gli iscritti al CAI) e comprende la quota assicurativa. A breve saranno pubblicati tutti i dettagli. Per informazioni scrivere a info@gslucchese.it

Mar 262016
 
P1000859

Il Gruppo Speleologico Lucchese del CAI organizza, per domenica 17 Aprile 2016, una escursione speleologica guidata alla Buca della Condotta.

La Buca della Condotta si trova in Località Fosso di Capricchia, nel comune di Careggine. L’ingresso è un cosiddetto “inghiottitoio occasionale” che si trova al termine di una bella forra, molto godibile e facilmente percorribile. Deve il suo nome ad una condotta forzata che ha intercettato la grotta nella sua prima parte. Su questo lato della valle della Turrite Secca non sono conosciuti altri fenomeni carsici di importanti dimensioni, mentre sul lato opposto della valle, poco sopra il letto del fiume, si può osservare la risorgente del Fontanaccio. La Buca della Condotta fu scoperta dal Gruppo Speleologico Lucchese nel 1965. E’ stata meta di numerose esplorazioni a causa della sua complessità. Ad oggi, maggiori conoscenze sulla sua morfologia, sono dovute al lavoro di speleologi Bolognesi del GSB-USB.

Volantino

Volantino

Per informazioni ed iscrizioni contattare Nadia (320 0294038) o Marco (389 9727655) oppure scrivere a info@gslucchese.it

Programma:

  • Ritrovo alle ore 9.00 al parcheggio alle spalle della piazza di Ponte  a Moriano (mappa in fondo alla pagina)
  • Trasferimento con mezzi propri. Pranzo al sacco.
  • Rientro in serata (chi vuole può fermarsi a cena col GSL, basta segnalarlo al momento dell’iscrizione).

La quota di partecipazione è 10 Euro per i soci GSL/CAI e i bambini sotto i 12 anni, 15 Euro per tutti gli altri e comprende la copertura assicurativa. I minori sono ammessi solo se accompagnati da adulti.

Il GSL fornirà agli iscritti tutto il materiale “tecnico” necessario (caschetti, luce, eventuali attrezzature). Si consiglia un abbigliamento pesante e “da battaglia” (ci si infanga!), ai piedi scarponi da trekking o stivali, alle mani guanti da giardinaggio. Indispensabile un ricambio completo per il ritorno.

Il GSL si riserva di cambiare la destinazione della gita a seconda delle condizioni meteo.

Per maggiori dettagli sulla Buca della Condotta, rilievo topografico e sua ubicazione, segnaliamo il seguente link: Turrite Secca Inferiore (apuane2007.it)

Qui per leggere la relazione originale del Socio GSL Giulio Bernacchi al 1° congresso FST del 1971.

Ott 302015
 

La giornalista Rachele Campi ha realizzato un bel video sul nuovo ingresso del Corchia, lo pubblichiamo di seguito. Ecco le sue impressioni:

Rimango stupita di come siano fatte internamente le Apuane. Me le sono sempre immaginate come delle montagne “piene”, indistruttibili (se escludiamo la presenza delle numerose cave), invece sono simili a un “formicaio”. Sono un labirinto di forti emozioni. Per esplorarle è necessario essere accompagnati da persone esperte. Non ci si può improvvisare speleologi. A nessuno piace stare in spazi stretti e vedere che sotto ai piedi ci sono metri e metri di vuoto, ma la speleologia va oltre. La si fa con la testa e con il cuore. Dentro la montagna si impara a controllare le proprie fobie, si conosce veramente il proprio respiro e si va avanti fino a che non si scopre una nuova “saletta” o uno spazio più ampio. Devi essere mentalmente preparato, ma tutto è possibile. Questo è quello che ho imparato dal Gruppo Speleologico Archeologico Versiliese (GSAV) e il Gruppo Speleologico Lucchese (GSL).

 

con Fabry Salini, Alessio Tovani, Cristina Fancello, Diego Piego Pieruccioni, Davide Martellini, Nadia Simonetti, Antonio Di Beo e Ange Michelangelo Angeloni.

pornoteen pornohd pornoxnxxpornoredtubepornoxnxxxhamsterxnxx